IL COMITATO DIRETTIVO DEL CIRCOLO BONONCINI


Il circolo Bononcini vanta un'esperienza ventennale nella formazione di musicisti affermati.
I nostri insegnanti sono professionisti di provata fama ed esperienza nel settore.

Giovanna Galli


Diplomata in pianoforte presso Conservatorio G.B. Martini di Bologna e laureata in Lettere e Filosofia con lode (DAMS musica) ha svolto attività concertistica come pianista di musica da camera per oltre 10 anni. In seguito ha approfondito l’attività didattica e al contempo, ha ampliato l’impegno organizzativo con la gestione di attività culturali ed eventi, occupandosi inoltre della direzione artistica di rassegne musicali promosse dalla Fondazione di Vignola.
Da anni si dedica all’educazione musicale dei bambini, dalla prima infanzia all’adolescenza, portando avanti la metodologia didattica Yamaha (riconosciuta a livello internazionale) di cui possiede l’abilitazione all’insegnamento.
Sul versante pianistico lavora con giovani allievi preparando concorsi ed esami di ammissione a percorsi di studio istituzionali. I suoi allievi hanno ottenuto importanti riconoscimenti a concorsi nazionali ed internazionali (1° premio assoluto concorso internazionale Mondin di Verona; 1° premio Città di Riccione; 2° premio assoluto Concorso Pianistico Vinciguerra). La peculiarità della sua didattica pianistica consiste nel riuscire a tradurre concetti musicali elevati nel linguaggio dei bambini e ragazzi oltre a comprendere e differenziare il percorso formativo rispetto all’età e agli obiettivi.
In ambito gestionale coordina quattro poli musicali: CircoloMusicale Bononcini a Vignola, Spazio Evasione e Sala Prove a Pavullo, Centro di Educazione Musicale per l’infanzia Effetto Musica a Vignola, sede distaccata di Effetto Musica a Bologna relazionandosi con Istituzioni, Enti, Amministrazioni comunali.
L’intento che da anni persegue consiste nel divulgare la cultura musicale nel senso più ampio del termine. Dentro il suo lavoro il concetto di “musica” si nutre di due aspetti, il “fare” inteso come produzione di suoni e il “comprendere” l'opera musicale come oggetto radicato nella storia e nella cultura. Nell'educazione musicale il fare e il comprendere si uniscono per aprire l'accesso alla musica come strumento di crescita, cultura e condivisione.

Enrico Bernardi


Enrico Bernardi consegue il Diploma Accademico di secondo livello in pianoforte e discipline musicali presso il Conservatorio di Bologna nell’anno accademico 2005/2006 ottenendo il massimo dei voti e la lode sotto la guida della Prof. ssa Valeria Cantoni.
Si è perfezionato in pianoforte seguendo le masterclass del M° A. Ciccolini e del M° F. Ottaviucci. !Nell’anno accademico 2011\2012 ha completato con successo il corso medio di composizione sotto la guida del M° P. Aralla presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna.
Nell’ambito della musica antica ha partecipato alle masterclass del M° F. Tagliavini e del M° E. Fadini e ha recentemente conseguito il diploma accademico di secondo livello in clavicembalo presso il Conservatorio G.B. Martini sotto la guida della Prof. ssa S. Rambaldi ottenendo il massimo dei voti e la lode.
Nel 2014 ha ottenuto il primo premio al concorso internazionale di clavicembalo Wanda Landovska di Ruvo di Puglia (Ba) nell’esecuzione dei concerti per clavicembalo e orchestra di J. S. Bach. E’ risultato inoltre vincitore della sezione “Nuove musiche per clavicembalo” con il brano “Preludio e ricercare per due clavicembali” in qualità di compositore.
Ha visto eseguite due composizioni (“Preludio” e “Omaggio a Messiaen”) presso il Teatro Comunale di Bologna nell’ambito dei concerti dedicati ai giovani compositori nel 2010 e nel 2011 e ha vinto il Premio Zucchelli e il Premio Magone 2014 nella sezione composizione vedendo eseguito il 9 Giugno 2015 il proprio brano “Elegia per oboe ed orchestra” in occasione del concerto finale del Conservatorio G. B. Martini di Bologna.
Nel 2009 ha conseguito il diploma specialistico di didattica del pianoforte presso il Conservatorio di Bologna e si dedica con passione all’insegnamento dello strumento presso la Scuola di musica G. Bononcini di Vignola (Mo) e la Scuola di musica G. Fiorini di Valsamoggia (Bo).
Nel Febbraio del 2015 gli è stata affidata la direzione artistica della stagione di concerti “Corti Chiese e Cortili” giunta ormai alla sua ventinovesima edizione e la direzione della scuola intercomunale di musica G. Fiorini di Valsamoggia (Bo)

Igino Luigi Caselgrandi


Inizia a suonare la batteria da bambino, i suoi studi spaziano dal jazz al metal fino alla musica etnica. Musicista in vari ensemble di musica rock, jazz e metal, dal 2001, svolge l’attività di insegnante presso il Circolo Musicale G. Bononcini (Vignola). In seguito anche presso Accademia di Pan (San Cesario), Scuola di Musica Massimo Riva (Zocca), Scuola di Musica "R. Zanoli" (Castelletto di Serravalle, BO).
Musicista di band come: Zambra Mora (Musiche Klezmer, Balcan, Turkish, Gypsy – Tour in Macedonia, Turchia, Bulgaria…), Soul Stirring Sound (Porretta Soul Festival, Torrita Blues Festival…), Love Beat Band, Natan Rondelli Band, Eusebio Martinelli & Gypsy Orkestar, Saule (Belgio)...
Incontra nel 2005 il Teatro dei Venti di Modena con il quale inizia a collaborare stabilmente per la realizzazione di diversi spettacoli (Il Paradiso Perduto, Malaparata, Migranti, Il Draaago, Senso Comune, Quotidiano Scadere, Simurgh) e dove conduce un percorso di ricerca sull’interazione tra ritmica e azione fisica dell’attore. Spettacoli come ‘Il Draaago’ lo portano in tournèe in tutta Italia, Europa (Francia, Scozia, Polonia, Belgio…) e in Asia (Taiwan).

Giovanni Contri


Si diploma in saxofono con il massimo dei voti presso il conservatorio “A.Boito” di Parma dove consegue con il massimo dei voti e la lode anche la laurea di II° livello. Si perfeziona seguendo diversi seminari e masterclass sia in ambito classico (Mario Marzi, Eugene Rousseau) che jazzistico (Seminari di Siena Jazz). Collabora con alcune tra le più prestigiose Orchestre Sinfoniche Italiane tra cui Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, Orchestra Sinfonica città di Sanremo e Orchestra Cherubini di Piacenza e Ravenna.
E' membro del quartetto di saxofoni Saxofollia: una delle realtà cameristiche più longeve e premiate a livello nazionale, con cui incide 5 dischi e collabora con alcuni dei più importanti solisti a livello nazionale come Corardo Giuffredi, Marco Pierobon, Luca Vingali e Anna Maria Chiuri. E’ componente stabile della Jazz in'It Orchestra compagine che ha visto come ospiti artisti del calibro di Paolo Fresu, Alice Ricciardi, Gegè Munari, Stjepko Gut, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro.
E' attivo con diversi gruppi di musica da camera dal duo con l'arpista Alice Caradente (SaxHarp Duo - Duomo di Milano), alla dixieland band (Lazy River Marchin' Band - Festival Jazz in'It). Prende parte in qualità di strumentista a musical e spettacoli teatrali : “Hairspray” “Rocky Horror Show” (Compagnia delle Mo.Re – Teatro Michelangelo MO); “A piedi scalzi” scritto e diretto dal M° Sandro Nidi (Cattedrale di Chioggia VE, Duomo di Verona). All’attività di musicista affianca quella di docente. E’ insegnante di saxofono dei corsi organizzati dalla scuola Media Statale “P. Paoli” di Modena, deii corsi di musica della Banda Municipale di Modena ed è inoltre direttore del Corpo Bandistico Municipale di Fanano (MO). E' inoltre docente e copista certificato MidiWare - Sibelius 7.

Marco Ferri


Marco Ferri è diplomato in clarinetto sotto la guida del maestro Corrado Giuffredi, in sassofono con il maestro Massimo Ferraguti, e laureato in fisica presso l’università di Modena. Ha inoltre conseguito il biennio superiore di didattica per l’insegnamento dello strumento musicale.
Marco Ferri è docente di sassofono e musica d’insieme presso il Liceo Musicale di Bologna Marco Ferri è considerato uno dei più interessanti giovani sassofonisti jazz del panorama italiano. Primo premio assoluto in numerosi concorsi internazionali tra cui ricordiamo il prestigioso PREMIO MASSIMO URBANI e il VITTORIA JAZZ AWARDS. Nonostante la giovane età vanta collaborazioni artistiche prestigiose con artisti del calibro di Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Benny Golson, Ute Lemper, Herbie Hancok, Stjepko Gut, Giancarlo Schiaffini, Renato Sellani, Flavio Boltro, Massimo Manzi, Hengel Gualdi, Andrea Giuffredi, Dee Dee Bridgewater, Marco Tamburini, Shawn Monteiro, Rosario Giuliani.
In campo classico Marco Ferri si esibisce con regolarità, sia come clarinettista che come sassofonista, con diverse orchestre sinfoniche tra cui l’orchestra giovanile Cherubini (Riccardo Muti), l'orchestra dell'Arena di Verona, l'orchestra della Fondazione Arturo Toscanini e l'orchestra del Teatro Regio di Parma e l’Orchestra della Svizzera Italiana. Ne l 2015 ha eseguito il Concerto per Sax Tenore e Orchestra di Bob Mintzer, come solista con l’orchestra filarmonica Toscanini. Da giugno 2007 fa parte del quartetto Saxofollia, una delle formazioni cameristiche più premiate del panorama italiano.